Alberobello  è una città della provincia di Bari in puglia, famosa per i tuoi trulli che nel 1996 sono diventati patrimonio dell Unesco. Insieme ad altre città rientra nella zona della Valle D’Itria. 

I Trulli

In questa città ci sono diversi zone dedicati ai trulli, da ammirare all’esterno, ma anche entrare in un trullo è un’esperienza incredibile.  Partendo da Largo Martellotta, ci sono diverse stradine che portano ai rioni dei monti, la zona più turistica perchè si possono ammirare tanti trulli, piccoli e grandi. Il trullo siamese è uno dei più antichi e particola per la sua forma  Oltre ai trulli nelle vicinanze ci sono ristoranti e piccoli negozi dove acquistare souvenir e prodotti tipici. In più in alcuni negozi è possibile entrare e ammirare il panorama dalla terrazza. Se si percorre in salita le stradine ti portano ad ammirare la chiesa di Sant’Antonio. 

Se ritorniamo in Largo Martellotta dall’altra parte vediamo una scalinata con le scritte di una canzone dedicata ad Alberobello se la percorriamo tutti arriviamo in un posto molto affollato ovvero il Belvedere Terrazza Santa Lucia, dove i turisti ammirano il paesaggio ma soprattutto scattano tante foto e vicino c’è la chiesa di Santa Lucia. 

Un altra zona molto bella di Alberobello è la chiesa dei Santi medici Cosma e Damiano (patroni della città) alle spalle c’è una strada dove porta al trullo sovrano, molto bello e caratteristico. 

Alberobello è stata anche location di diversi film cinematografici e documentari italiani e stranieri, tra i film ricordiamo “che bella giornata” di checco zalone, girarono delle scene nell’aia piccola.

La città dei trulli è molto bella, in più se si esce dalla città, ci sono delle masserie e contrade sempre facenti parte del territorio di Alberobello. 

Inoltre se avete la possibilità almeno una notte bisogna dormire in un trullo, un esperienza bellissima da vivere.

Se vuoi avere altre informazioni le puoi trovare nel sito della città. In più dai  uno sguardo agli altri articoli sempre della valle d’itria Martina Franca: Innamorati a Martina 

11 commenti

  1. A noi è piaciuta moltissima anche se troppo turistica. Abbiamo bellissimi ricordi e tante foto meravigliose scattate tra i trulli. Mia figlia Si è divertita moltissimo a passeggiare ad Alberobello, tra quelle casette a funghetto, come le ha chiamate lei.

  2. Ogni volta che leggo un articolo su Alberobello, vorrei fare il mio zaino e partire. E’ una meta che mi manca, ma mi ispira molto, mi piacerebbe vedere tutta questa zona e magari dormirci pure in un trullo.

  3. Sicuramente uno dei luoghi più suggestivi della Puglia, e forse anche dell’Italia! Purtroppo è una regione che non ho ancora avuto modo di visitare: devo rimediare!

  4. Sono stata ad Alberobello per ben tre volte e ogni volta la magia si è rinnovata; questo borgo, con le sue costruzioni particolari ti coinvolge e ti affascina come pochi! Confesso che ci tornerei volentieri!

  5. Hai ragione, Alberobello è davvero un posto magico e sembra anche fuori dal tempo. Chiunque lo visiti se ne innamora perdutamente.

  6. Come si fa a non amarli? Sembra quasi di entrare una favola!!

  7. Non sono pugliese ma ho sempre sognato di possedere un trullo: sia per la sua forma davvero particolare sia perché è un luogo dall’alta valenza storica! Il nonno di un mio carissimo amico lo possedeva ma purtroppo ha dovuto venderlo tantissimi anni fa (negli anni ’70). Peccato!

  8. Ad Alberobello sono legati dei ricordi carissimi, e quando sono in Puglia faccio sempre in modo di tornarci. Molto turistica è vero, ma rimane autentica e magica!

  9. I trulli sono una delle mie passioni, sicuramente Alberobello rimane un paese molto turistico, ma intendo visitarlo in bassa stagione per vivere a pieno le emozioni del luogo.

  10. La zona di Alberobello, splendida e unica, è diventata un po’ troppo turistica, ma come tenerla pura con tanta gente in visita? Bisogna coglierne l’essenza e la realtà, schivando i souvenir “made in China” per concentrarsi sull’arte e l’architettura. Non è difficile in un luogo così raro.

  11. Ad Alberobello ci sono stata quando ero piccola. Ho pochi ricordi, ma i trulli li ricordo bene. È da tempo che dico che ci devo tornare e non è nemmeno molto lontano da dove abito, ma poi tra una cosa ed un’altra salta. Spero di riuscire ad organizzarmi appena possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: contenuti protetti!